Playlist

mercoledì 22 marzo 2017

Samantha, la bambola in silicone che ha bisogno di essere corteggiata prima di agire

A Samantha piace essere baciata, coccolata e le piace anche ascoltare Ed Sheeran. E' indubbiamente un salto della tecnologia che però accompagna l'idea di un futuro torbido.
Un inferno di una donna ... o silicone
Sergi Santos vuole garantire che le sue bambole di silicone godono tanto quanto i loro utenti umani. Ha sviluppato una bambola che deve essere corteggiata prima di agire, che deve essere soddisfatta sessualmente di raggiungere l'orgasmo. 
Dal 2017, è perfettamente legale fare sesso con i robot. L'ingegnere ha creato Samantha, una bambola di silicone dotata delle più moderne tecnologie sviluppate nel campo dell'intelligenza artificiale. 
Con sede a Barcellona, ​​il tecnico ha detto la sua bambola ad alta tecnologia è di un genere piuttosto romantico:
"E 'molto tattile, lei ama essere toccata. Samantha può interagire in vari modi con gli esseri umani."
Certo, la città di Barcellona è il paradiso per gli amanti delle bambole realistiche. La città catalana è sede del primo bordello che offre solo le donne al silicone. Di contro, noi non sappiamo se le creazioni del nostro inventore sono a disposizione dei clienti.
Santos ha anche detto che la sua bambola realistica basata per i romantici e gli uomini dotati delle loro mani:
"Lei ama essere baciata e reagisce positivamente quando si carezza il suo seno o stimolare il suo punto G"

ANDATE A LEGGERE DALLA FONTE: QUI


venerdì 17 marzo 2017

Atlantide secondo Edgar Cayce

...La sua lettura dell’Archivio Akascico

Diamo un’occhiata ad alcuni particolari stupefacenti che Cayce fornì nella serie 364 su Atlantide. Secondo Cayce la massa terrestre del continente di Atlantide era enorme. Il continente si trovava “fra il Golfo del Messico da una parte e il Mediterraneo dall’altra.” In queste letture egli descrisse l’attuale Mare dei Sargassi (in mezzo all’Oceano Atlantico) come una parte importante di Atlantide e la posizione geografica dove Poseidia - “l’Eden del mondo” - e una delle cinque grandi regioni di Atlantide - sprofondò nel mare (1159-1). Il Mare dei Sargassi è ancora oggi parte dell’Oceano Atlantico Settentrionale trovandosi grosso modo fra le isole dei Caraibi e le Azzorre, a 900 miglia dalla costa portoghese. Esso deriva il suo nome da una specie di alghe chiamate sargassum che galleggiano pigramente su tutta la sua superficie. Dal momento dell’avvistamento di questi enormi estensioni di alghe si è sempre delimitato il perimetro di questo particolare mare. Colombo stesso ne prese nota. Credendo che la terra fosse vicina egli scandagliò il mare, solo per trovarlo senza fondo. Infatti il fondo è oltre 3 miglia più in basso sul Piano Abissale Nares. Il Mare dei Sargassi occupa quella parte dell’Atlantico fra 20 e 35 gradi nord e 30 e 70 gradi ovest (note come latitudini del cavallo). E’ in completo contrasto con l’oceano che lo circonda. Le sue correnti sono calme, nonostante siano circondate da alcune delle correnti marine più forti del mondo. Cayce disse che ci sono alcune “parti sporgenti” che “in un’epoca o nell’altra devono aver fatto parte di questo grande continente. Le Indie Britanniche occidentali o Bahamas, e una parte delle stesse che si possono vedere attualmente. Se si facesse un rilevamento geologico in alcune di queste, specialmente a Bimini e nella corrente del Golfo, esse potrebbero essere rilevate anche adesso.” Indicando però il punto in cui si possono trovare prove della cultura di Atlantide Cayce ci fece guardare delle aree dove la civiltà in migrazione si recò per fuggire alla distruzione e alla morte quando la loro patria s’inabissò. Cayce disse che da una parte “prove di questa civiltà perduta si trovano nei Pirenei e in Marocco”, e dall’altra nell’“Honduras Britannico, nello Yucatan e in America.”
[...]
 Secondo le letture di Cayce, il periodo glorioso per Atlantide fu dal 210 000 a.C. fino a circa il 50 722 a.C. quando avvenne la prima distruzione. Cayce disse che gli atlantidei erano in origine un “popolo pacifico” il cui sviluppo nella forma fisica e nel potere fisico cresceva rapidamente. Egli spiegò che era così perché “essi si riconoscevano come parte di ciò che li circondava. Perciò per quanto riguarda il rifornimento di ciò che era necessario a sostenere la vita fisica com’è nota oggi, del vestiario o delle necessità corporee, queste cose venivano fornite dagli elementi naturali.” Grazie alla loro unione con le Forze Naturali gli atlantidei rapidamente svilupparono quelle capacità che “verrebbero chiamate l’era aerea o era elettrica, e che fornirono quindi le modalità di trasposizione per mezzo di quella capacità che esisteva in loro di essere trasportati nel pensiero come anche nel corpo.” Essi potevano viaggiare con la mente nonché col corpo. Sorprendentemente questo non avveniva solo nei regni terrestri! Cayce disse che erano in grado “di trasportarsi fisicamente da una parte dell’universo all’altra”! Oltre alla capacità degli atlantidei di “spostarsi”, Cayce parlò anche del cristallo di Atlantide, la loro famosa fonte di potere. Per la verità le letture di Cayce non sono chiare su questo punto come potremmo sperare, soprattutto perché poche persone hanno fatto domande sul tema. Ciò che si può dedurre dalle sue letture è che forse c’erano vari cristalli e pietre simili a cristalli e che venivano usati in vari modi durante la storia di Atlantide. Dapprima egli indicò che in origine ci fu un cristallo che era sintonizzato con le forze cosmiche, datrici di vita, dell’universo. Questa sintonizzazione fu usata per aiutarli a rigenerare i loro corpi fisici per la longevità e a connettere le loro menti al cosmo e alle Forze Creatrici. Inoltre una delle letture di Cayce (440-3) indica che gli atlantidei avevano “un insieme di cristalli” che incanalava i raggi provenienti dalla lontana stella Arturo, dotandoli della “trasmissione di energia eteronica” per ottenere un “forte riscaldamento”. Infine c’era la pietra Tuaoi. Nella lettura 2072-10 Cayce affermò che questa pietra era in origine “il mezzo e fonte o modo attraverso cui i poteri esistenti si concentravano per rendere noti ai figli degli uomini e ai figli di Dio, le forze o poteri che li guidavano.”
[...]
Tre sacerdoti di Atlantide, Atlan, Iltar e Hept-supht, stabilirono che l’era di Atlantide era terminata. Essi conservarono la storia di Atlantide incidendola su tavolette di pietra. Ognuno di loro prese una serie di queste documentazioni con l’intenzione di conservarle per un futuro in cui l’umanità avrebbe nuovamente cercato di conoscere la verità. Iltar salpò con 10 compagni alla volta delle coste dello Yucatan. Hept-supht salpò per l’Egitto. Atlan nascose le sue tavolette in una volta nel suo tempio a Poseidia, vicino al Bimini di oggi . Fra il 28 000 e il 22 000 a.C. (le letture di Cayce non sono molto chiare su questo) avvenne una seconda distruzione. Questa inondazione lasciò solo tre isole sopra la superficie dell’acqua e solo parti di esse abitabili, distruggendo il tempio di Atlan e portandolo negli abissi. Essa distrusse anche il tempio di Iltar, ma egli ricuperò le tavolette e le spostò nell’entroterra, forse dove oggi si trova Piedras Negras, nel Guatemala. Le tavolette di Hept-supht erano sull’altopiano di Giza e furono infine nascoste in una camera sotterranea sotto la zampa anteriore destra della Sfinge. A questo punto le migrazioni diventarono critiche. Quelli che avevano il senso della verità più grande e dello scopo per la vita cominciarono a fare piani per conservare la propria saggezza e continuare a mantenere un certo livello di luce sulla Terra salvando nello stesso tempo il proprio corpo fisico. Per i successivi dieci a ventimila anni le anime emigrarono da Atlantide e istituirono templi in terre nuove. La distruzione finale avvenne nel 10 040 a.C. quando le terre rimanenti di Atlantide sprofondarono in mare. Nel 1932 Cayce dichiarò che le anime di Atlantide si stavano reincarnando sulla Terra e “stanno esercitando e eserciteranno un‘influenza sugli eventi del mondo attuale.” Cayce insegnò che in una nuova era di rapido avvento tutti i poteri e le consapevolezze conosciute ad Atlantide sarebbero tornati da noi. Allora essi avevano portato alla distruzione. Come li useremo noi adesso ? Egli spiegò che riacquisteremo la nostra capacità di avere una consapevolezza cosciente della nostra unione con le forze della Natura e le Forze Cosmiche e saremo in grado di usare questa consapevolezza per prenderci cura delle nostre necessità materiali. Ma dovremo stare attenti nell’usare tale consapevolezza e potere preoccupandoci dell’effetto sull’Insieme della Vita. Atlantide e tutto ciò che aveva di buono e di cattivo stanno sorgendo di nuovo. Come ce la caveremo questa volta ? (Ancient Mysteries, ottobre 2005)

Per la lettura integrale di questo interessantissimo estratto andare al sito ► http://www.edgarcayce.it/


giovedì 16 febbraio 2017

Da ragazzini erano così

Adesso sono ciò che vediamo, ciò che esaltiamo di loro.
 Ma da ragazzini com'erano?




James Blunt




Josh Groban




Johnny Depp




Martina Colombari

Sylvester Stallone



Eros Ramazzotti


Haley Joel Osment


Julia Roberts



Leonardo Di Caprio




scarlett johansson



Claudio Baglioni

Belen Rodriguez




Jennifer Lopez




Miguel Bosè




Alessandra Amoroso
-



Giorgia
-


Luciana Littizzetto



Elodie De Patrizi


Alessandro Gassman
--

lunedì 13 febbraio 2017

FESTIVAL DI SANREMO 2017

E il festival di Sanremo? Alla grande direi, anzi alla Carlo Conti! Sì, perché lui in tre anni ha fatto del festival della canzone italiana "il festival della canzone italiana". Proprio com'era nato per essere. Mi dispiace ma devo ammettere che Conti mi è piaciuto più di Pippo Baudo e di ogni altro. Ha portato artisti internazionali assolutamente fantastici come L.P. (Laura Pergolizzi) con due dei suoi pezzi da capogiro. E ha portato altri e altro, tutti e tutto da vedere ed ascoltare. Mi è piaciuto tutto di questo festival 2017, dagli ospiti alle canzoni (o meglio, viceversa) e anche la sobrietà del palco. La scelta di Maria De Filippi, forse poco adatta a rappresentazioni simili, ha però reso il tutto ancora più soffice e il festival ne aveva veramente bisogno. Così, in poltrona davanti alla tv abbiamo fatto le due di notte senza mai cambiare canale, almeno io. Ma non sono stata la sola, perché da tre anni Sanremo spacca. Ora non so chi sarà il presentatore del prossimo festival, certo è presto per dirlo. Ma se non sarà più Carlo Conti non so se continuerò a vederlo o se smetterò di farlo, com'è successo molti anni fa, quando era tutto diventato tutto troppo snob e superficiale e ci si annoiava addirittura. Opterei per lui fino alla fine, perché lo trovo superlativo nelle sue scelte. Anche i partecipanti hanno portato quasi tutti canzoni belle e dai significati importanti: vedi Paola Turci, Fiorella Mannoia e altri ancora. Elodie non ha potuto cantare "come sa cantare", (la prossima volta le canzoni fattele scrivere da altri e non da Emma!!!) Mi è molto piaciuto il vincitore delle nuove proposte (il fidanzato di Elodie) ma soprattutto mi è piaciuto tantissimo il vincitore dei big, Francesco Gabbani e la sua performance
 -dell'occidentale che vuole portare la teoria orientale a casa sua ma non ne è in grado-. Con tutto il rispetto poi, Albano dovrebbe dare spazio ad altri, ed io ho grande rispetto per lui, ma deve dare spazio ad altri. Mi spiace per Gigi D'Alessio, che per la prima volta in vita mia, pur sempre preferendo a lui Freddy Mercury, stavolta l'ho ascoltato. Le coppie di ragazzi non sono piaciute. Sono stata d'accordo con le eliminazioni, perfino con loro. Molto bravi tutti gli altri, davvero. Bisogna portare in alto sempre la musica italiana. E bravissimo Maso (Marco Masini) nell'interpretazione di "Signor tenente", mentre colui che interpretava "l'immensità", secondo me correva troppo, non m'è piaciuta. Ora voglio dire una cosa a favore di Enrico Brignano: mi dispiace ma lui deve intervenire da solo, è troppo bravo e qui Conti ha sbagliato, doveva invitare solo lui senza nè Gabriele Cirilli nè tantomeno Flavio Insinna, che non è affatto uno che può divertire la gente. Quindi Enrico ci ha rimesso, c'era un enorme dislivello tra lui e loro, e questo non gli ha fatto giustizia.
Grazie a Carlo per aver invitato i meravigliosi  Raoul Bova, Alessandro Gasmann e Keanu Reeves. Grazie per Robbie Williams e Ricky Martin. Grazie per averci deliziato di Giorga e grazie per Mika (mio adoratissimo dal 2007),  E GRAZIE PER AVER INVITATO IL CAPITANO TOTTI! 
Va beh, sono ancora molte le cose da dire, comunque Conti ha ristabilito equilibrio tra lo spettacolo oltre la musica in gara ... e la musica in gara. E NON E' POCO.
FATE PRESENTARE A LUI TUTTI I FESTIVAL se volete che io lo guardi 😂


NAMASTE'





martedì 11 ottobre 2016

Il Grande Fratello degli squalificati

Grande Fratello Vip 2016, ovvero il Grande Fratello degli squalificati per cattiva condotta. Come il pugile Clemente Russo e la ex showgirl Pamela Prati.
Ma è proprio della ex showgirl che voglio parlare, perché da una "signora" come lei, nessuno si aspettava comportamenti tanto bassi come quelli avuti ieri sera durante la puntata in diretta 
su Canale 5, La signora Pamela è stata squalificata per non aver seguito le regole del Grande Fratello, dopo moniti continui. Infatti nella casa era quella che parlava di meno, che si nascondeva, che mangiava da sola e veniva continuamente (o quasi) ripresa perché si toglieva il microfono. E' stata molto accontentata dalla redazione, è sembrata un pò viziata la signorina, con le sue regole e non quelle degli altri. Aveva addirittura aperto la porta ed era uscita all'esterno, cosa assolutamente vietata. Ma quando si è sentita dire da Ilary Blasi che doveva lasciare la casa è andata su tutte le furie: "Qualcuno mi porti la valigia e mi chiami un taxi!",  ha gridato quando non voleva farsi riprendere dalle telecamere esterne. Microfono rotto e gettato a terra e nessun saluto ai coinquilini. Insomma, un comportamento che di signorile non aveva assolutamente nulla. Lo stesso Signorini ha detto queste precise parole:"SE QUESTO VUOL DIRE ESSERE VIP, ALLORA VIVA LE PERSONE COMUNI!"  Cara Pamela, e dire che era forse una delle preferite. Non ha giocato bene la sua carta. E non ci devono far pena quei racconti di un'infanzia difficile, di patetiche scenette che non fanno più effetto, ma anzi mentre un tempo ci facevano apprezzare di più la persona, credo che oggi sia diventato solo un modo fuori moda per farsi pubblicità o cosa.
Per ora Costantino rimane l'unico eliminato "per vie legali", visto che nelle due puntate seguenti alla sua esclusione le votazioni sono state annullate proprio a causa di questi due fatti concernenti Russo e Prati. Questa settimana sono state nominate madre e figlia, (Antonella e Asia) dopo aver avuto dalla redazione la possibilità di non essere più "una in due" ma due concorrenti separate. In nomination ci sono solo loro e mentre Antonella chiede di farsi votare perché vuole uscire, Asia chiede di restare. Come andrà a finire? A mio parere faranno uscire chi vuol restare, ossia Asia, mentre mamma Antonella resterà. O meglio, si arrabbierà molto per l'eliminazione della figlia e "non-ci-starà".A lunedì prossimo dunque, con la speranza che nessuno infranga più le regole della casa facendo nuovamente annullare il televoto. Noi,questo braccio di ferro tra Antonella e Asia lo vogliamo!


domenica 2 ottobre 2016

Grande Fratello VIP 2016


Grande Fratello VIP? A mio parere inutile ma più curioso di quello normale dove non conosci nessuno. E' chiaro che le telecamere diventano sempre più un vestito che i concorrenti sanno di avere addosso. Ovviamente loro sanno bene che si trovano tutte dietro ai numerosi specchi all'interno e all'esterno, infatti se uno di loro vuole inviare un messaggio a qualcuno, guarda sempre dalla parte dove lo stanno inquadrando.
Ad ogni modo questo GF mi sta tenendo spesso incollata allo schermo per un'infinità di motivi. Primo tra i quali la splendidamente viva Valeria Marini che sto rivalutando in modo categorico perchè noto in lei l'assenza di quel "farsi notare per vincere" poichè lei si fa notare SEMPRE e solo perchè lei <è così>. Inoltre ha sensibilità profonda che non avevo mai notato e che invece qui trapela molto apertamente.
Il secondo motivo è beh, il bellissimo Stefano Bettarini, che sa di essere bello ma non se ne vanta con vanità.  Oppure la sa nascondere così bene da apparire terribilmente simpatico, naturale, vero. Io tifo per loro due, per Valeria e Stefano. Non importa chi, ma uno dei due. Anzi no, uno dei tre, perchè adoro Elenoir Casalegno, bellissima e dalla spiccata simpatia, anche se non immune alle lamentele, ma questo succede ai vivi.  Diciamo che nel calderone dei possibili vincitori ci metto anche lei. E sono tre. Bugia, dimenticavo Pamela Prati, la mangiona che non ingrassa ma che adora il cibo, specie (almeno lì nella casa) il tè coi biscotti. Forse perchè ha quello sguardo profondo, o la voce roca, oppure perchè si nasconde dentro l'accappatoio ed è gelosa del suo letto, ma a me piace anche lei.
La Freddi! Dimenticavo la mia omonima dolcissima! Eh no, allora i miei preferiti diventano cinque. Laura mi è molto simpatica, è una donna, sa come comportarsi e non mi dispiacerebbe se a vincere il Grande Fratello fosse lei.        
Ma ci sarebbe anche il bel Gabriele ad aver catturato la mia simpatia, e poi il pugile Clemente Russo. Niente male come persona, anche se prima di oggi non sapevo nemmeno che esistesse.
Il dj Andrea, che viene praticamente da Uomini e Donne non mi dispiace nemmeno lui, però forse non può competere con Bettarini o la Marini. Parlo del saper vivere, lui è talmente giovane e muscoloso! Certo, anche Stefano il bello è muscoloso ma...è più grande, ha più vissuto, è chiaro che preferisco lui.
Parliamo della ciociara? Bellina davvero e anche in gamba. Una bella persona che non mi dispiace per niente e che seguo volentieri.
La Mosetti e figlia? Boh, non saprei dare un giudizio. Non so se mi piacciono o no. Non l'ho ancora capito.
Bene, mi sembra di aver lasciato per ultimi gli spagnoli Bosco e Mariana. Lui, un tipo non interessante ma innoquo, che non da fastidio, non si espone troppo, non litiga quasi mai. Non saprei cosa dire di lui, mentre di lei sì: poteva risparmiarsi le offese fatte a Pamela.
Costantino è uscito? Ma perchè, era nella casa?
A buon intenditor...
LaBrusla


mercoledì 31 agosto 2016

La bellezza di Angelina Jolie

La mia attrice preferita? Lei, la bellissima Angelina Jolie, l'attrice californiana figlia dell'attore Jon Voight, (Un uomo da maraciapiede, Tornando a casa...) e dell'attrice Marcheline Bertrand (deceduta nel 2007 per un cancro). Angelina non ha avuto vita facile soprattutto per quanto riguarda il rapporto con suo padre, per questo ha scelto di chiamarsi con un nome d'arte, voleva farcela da sola. E ce l'ha fatta. Ha girato numerosissimi film, sempre con ruoli che evidenziano la sua bravura e, diciamolo pure, la bellezza del suo volto angelico. Angelina ha conosciuto Brad Pitt nel set del film "Mr. & Mrs. Smith", periodo in cui nacque l'amore tra i due più belli del mondo. Angelina è sempre stata molto sensibile al tema della "fame nel mondo" ed oltre ad aver adottato bambini è stata nei luoghi dove la povertà è assoluta ed ha portato qualche sorriso, oltre naturalmente, donazioni. 


Jon Voight con Marcheline Bertrand

Angelina con la madre,
Marcheline Bertrand




Angelina con suo padre, 
Jon Voight

FOTO DI ANGELINA














Forse molti non sanno che nel video "Alta marea" di Antonello Venditti, c'era Angelina che appariva alle prime armi.





laura b.